Partnership con AICE

U4B nasce imprenditorialmente con l’obiettivo di agevolare l’avvicinamento fra “domanda e offerta” tramite la rete, offrendo un ambiente affidabile, in cui  gli imprenditori e decisori delle PMI possano facilmente superare le barriere geografiche, ridurre i costi legati alla ricerca di nuove  opportunità,  avere accesso alle innovazioni e  creare un nuovo ecosistema  all’insegna della “sicurezza  e velocità”.

La tecnologia di apprendimento automatico che permette di individuare la migliore corrispondenza tra chi propone un business e chi ne è alla ricerca è il centro nevralgico del modello.

L’obiettivo è di diventare la piattaforma professionale di riferimento per i mediatori e gli sviluppatori di business.

 

FONTE: AICE

ASSEMBLEA GENERALI DEI SOCI CCIRC

Venerdì 30 giugno 2017 presso la Sede Operativa della CCIRC di Corso Manusardi, 5 Milano (Zona Darsena) si è svolta l’Assemblea Generali dei Soci CCIRC.

Presenti i Soci Ordinari, i componenti del Consiglio Direttivo, associati e ospiti interessati alla CCIRC.
E’ stata data lettura dei precedenti Consigli Direttivi ed è stato approvato il Bilancio dell’Esercizio 2016.
E’ stata valutata la proposta di variazione dello Statuto della Camera, sono stati deliberati i componenti del Consiglio Direttivo di CCIRC e sono stati nominati nuovi Rappresentanti Territoriali della Camera di Commercio Italia Repubblica Ceca.
Si è discusso sulle linee programmatiche per l’anno 2017/2018 e sugli eventi e le attività della Camera per il prossimo anno.

Inoltre sono state ratificate due nuove Convenzioni che la Camera ha stipulato con la piattaforma UNITED4BUSINESS e con “La nuova via della seta” per creare maggiori opportunità per gli associati alla Camera.

FONTE: CAMERA DI COMMERCIO ITALIA REP CECA

Borsa Italia: La nuova piattaforma di matching

Meeting di Rimini, Advantage presenta la piattaforma per l’internazionalizzazione

Al Meeting di Rimini, nel corso del Forum Advantage Financial ‘Prospettive globali di crescita e dinamiche dei piccoli stati e delle città-stato’, Francesco Confuorti (presidente e Ceo del gruppo) presenterà Advantage Greenmango United4Business.com, la piattaforma del network Advantage ideata per far incontrare aziende italiane e internazionali indirizzata soprattutto alle Pmi.

Advantage Greenmango United4Business consente di valutare l’impatto sostenibile delle aziende con cui si intraprendono relazioni commerciali e favorisce relazioni on-line ma anche on-site consentendo un migliore focus sulle aziende e mettendo a disposizione servizi di “business matching” efficaci ed immediati: grazie ad un algoritmo di proprietà, tutte le opportunità di business caricate sulla piattaforma vengono veicolate alle imprese coi requisiti migliori per raggiungere gli obiettivi di crescita prefissati. Obiettivo generale della piattaforma di Advantage è favorire l’incremento dell’interscambio, l’uso e il consumo di beni e prodotti sostenibili del Made in Italy con aziende e mercati internazionali.

FONTE: ILDENARO.IT

Forum Advantage Financial

Crescita sostenibile, competitività del sistema-Europa, compatibilità fra finanza di mercato ed “economie circolari”; centralità della persona-imprenditore: è un “discorso” vasto, profondo e articolato quello che Francesco Confuorti ha portato avanti al Meeting di Rimini negli ultimi anni. Tutti anni “in terra di nessuno”, seguiti allo showdown del 2007-2008: la lunga crisi, rivelatasi alla fine più culturale che finanziaria. Un filo conduttore che Confuorti – fondatore e chief executive di Advantage Financial – rivendica come suo anche a Rimini 2017.

Il giorno dopo l’intervento al Meeting (il primo) del governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco e in contemporanea con l’atteso speech del presidente della Bce Mario Draghi al seminario Fed di Jackson Hole, Advantage ha chiamato a consulto un panel selezionato di studiosi e opinion-makers della propria community sul tema  “Prospettive globali di crescita e dinamiche dei piccoli stati e delle città- stato”. Un seminario che si ricollega direttamente all’Advantabe Footprint for Trade and Growth; uno dei quattro momenti di alta riflessione culturale che l’Università di Bari ha organizzato lo scorso marzo in occasione del G7 dei ministri finanziari in vista dell’appuntamento dei capi di Stato a Taormina.

Nell’occasione Confuorti – finanziere che da Wall Street ha mosso i primi passi per creare una piattaforma internazionale di servizi finanziari (investment banking, consulenza e servizi di asset management per clienti privati, aziendali e istituzionali) – presenterà Advantage Greenmango United4Business: la piattaforma  del network Advantage ideata per far incontrare aziende italiane e internazionali indirizzata soprattutto alle PMI.  Advantage Greenmango United4Business consente di valutare l’impatto sostenibile delle aziende con cui si intraprendono relazioni commerciali e favorisce relazioni on-line ma anche on-site consentendo un migliore focus sulle aziende e mettendo a disposizione servizi di “business matching” efficaci e immediati: grazie  a un algoritmo di proprietà, tutte le opportunità di business caricate sulla  piattaforma vengono veicolate alle imprese coi requisiti migliori per raggiungere gli obiettivi di crescita prefissati. 

Obiettivo generale della piattaforma di Advantage è favorire l’incremento dell’interscambio, l’uso e il consumo di beni e prodotti sostenibili del Made in Italy con aziende e mercati internazionali. L’orizzonte è comunque aggiornato a metà 2017: allorché il destino della “città globali” vecchie e nuove – da Londra a Hong Kong, da Milano agli emirati del Golfo fino a San Francisco – emerge sempre più come un profilo critico nella ricerca di un reale “new nomal”. 

È da qui che Confuorti solleciterà una riflessione “da Meeting” sul momentumeconomico-finanziario. I partecipanti invitati sono: Alain Bifani, Direttore Generale del Ministero delle Finanze in Libano; Odd Per Brekk, Vice Direttore del Dipartimento Asia e Pacifico del Fondo Monetario Internazionale; Domenico Fanizza, Direttore Esecutivo per l’Italia, i Paesi Bassi e il Regno Unito della Banca di Sviluppo Africana; Federico Fubini, Vicedirettore de Il Corriere della Sera; Wafik Grais, Presidente della Banca Centrale della Repubblica di San Marino; Alberto Mingardi, Direttore Generale dell’Istituto Bruno Leoni; Giorgio Vittadini, Presidente della Fondazione per la Sussidiarietà. Introduce Paolo Messa, Direttore del Centro Studi Americani.

 

FONTE: IL SUSSIDIARIO

Advantage Financial: presenta a Rimini piattaforma United4Business

Venerdi’ 25 agosto, in occasione del Meeting di Rimini, Francesco Confuorti, presidente e ceo di Advantage Financial, presentera’ Advantage Greenmango United4Business, la piattaforma del network Advantage ideata per far incontrare aziende italiane e internazionali indirizzata soprattutto alle Pmi. La presentazione verra’ fatta durante il Forum Advantage Financial “Prospettive globali di crescita e dinamiche dei piccoli stati e delle citta’-stato”.

Advantage Greenmango United4Business consente di valutare l’impatto sostenibile delle aziende con cui si intraprendono relazioni commerciali e favorisce relazioni on-line ma anche on-site consentendo un migliore focus sulle aziende e mettendo a disposizione servizi di “business matching” efficaci ed immediati.

Lo comunica la societa’ in una nota, spiegando che grazie a un algoritmo di proprieta’, tutte le opportunita’ di business caricate sulla piattaforma vengono veicolate alle imprese coi requisiti migliori per raggiungere gli obiettivi di crescita prefissati. Obiettivo generale della piattaforma di Advantage e’ favorire l’incremento dell’interscambio, l’uso e il consumo di beni e prodotti sostenibili del Made in Italy con aziende e mercati internazionali.

Al Forum Advantage, in calendario per venerdi’ alle 15, parteciperanno Odd Per Brekk, vice direttore del Dipartimento Asia e Pacifico del Fondo monetario internazionale; Alain Bifani, direttore generale del ministero delle Finanze in Libano; Domenico Fanizza, direttore esecutivo per l’Italia, i Paesi Bassi e il Regno Unito della Banca di Sviluppo Africana; Wafik Grais, presidente della Banca centrale della Repubblica di San Marino; Federico Fubini, vice direttore del Corriere della Sera; Francesco Confuorti, presidente e amministratore delegato di Advantage Financial; Tom Amolo, ambasciatore del ministero degli Affari Esteri del Kenya; Alberto Mingardi, direttore generale dell’Istituto Bruno Leoni; Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la Sussidiarieta’, con la moderazione di Paolo Messa, direttore del Centro Studi Americani.

Il Forum Advantage sara’ trasmesso live streaming tramite Il Sussidiario.net, giornale on line che il Gruppo Advantage controlla insieme alla Fondazione per la Sussidiarieta’ presieduta da Giorgio Vittadini.

 

FONTE: http://www.kairospartners.com/it/media-center/live/advantage-financial-presenta-rimini-piattaforma-united4business?it=it

Novità Smartphone

Agosto “bollente” per gli smartphone: in attesa dei nuovi iPhone di Apple, con i lanci di nuovi dispositivi top di gamma attesi da Nokia e Samsung riparte la sfida di settore.

Una scommessa non facile, spiega all’ANSA Marta Valsecchi, direttrice dell’Osservatorio Mobile B2c Strategy del Politecnico di Milano, perché in un mercato ormai saturo “si lavora molto sul ricambio dei dispositivi” e a fare la differenza saranno soprattutto “le dotazioni tecnologiche dei nuovi modelli“: schermi, batteria, fotocamera e strumenti di sicurezza.

Lo schermo più grande, “infinity” come quello atteso sul Galaxy Note 8 che Samsung si appresta a svelare il 23 agosto, “risponde all’esigenza di guardare video in streaming e di videogiocare“, afferma l’analista. Altro elemento chiave la fotocamera, “la cui qualità non si misura solo in megapixel ma anche nell’ottica delle lenti“. Il Nokia 8, atteso per il 16 agosto, non a caso dovrebbe sfoderare ottiche Zeiss. Prioritaria anche “la tematica sicurezza”, dice Valsecchi, con “tutti gli strumenti che portano a un’autenticazione più sicura e immediata“. Come il sistema di riconoscimento del volto che ci si aspetta di vedere sull’iPhone 8 a inizio settembre.

 

Fonte Ansa

AD Bloker

GOOGLE INIZIA A TESTARE L’AD-BLOCKER INCORPORATO IN CHROME

Sono ormai passati diversi mesi da quando sul web sono emersi i primi rumor riguardo il possibile sviluppo, da parte di Google, di un ad-blocker da integrare nel proprio browser Chrome, il che ha scatenato non poche polemiche in quanto secondo molti il motore di ricerca potrebbe favorire gli annunci pubblicitari del proprio circuito.

Oggi, secondo quanto riportato da alcuni siti, tra cui TechCrunch, il gigante di Mountain View avrebbe ufficialmente cominciato i test del plugin nella versione per Android (e pre-release) di Chrome. Alcuni riferimenti sono stati trovati nel codice sorgente, mentre i tester possono scaricare l’ultima release di Chrome Canary daGoogle Play per provare il blocco della pubblicità.

Google ha precisato che il proprio ad-blocker andrà a bloccare tutte quelle “pubblicità intrusive”, ovvero quegli annunci inaccettabili ed estremamente ingombranti che vanno a minare la corretta navigazione all’interno del web.

Non è chiaro quando l’ad-blocker uscirà dalla fase beta, ma storicamente Canary anticipa di qualche mese il rilascio pubblico della versione stabile.

Ucraina: 700mila tons di carbone

Il direttore della società ucraina “Centrenergo” Oleg Kozenko ha comunicato di aver concordato con la compagnia statunitense Xcoal Energy & Resources la fornitura di 700mila tonnellate di carbone entro la fine di quest’anno, segnala l’agenzia russa RIA Novosti.

“Oggi è un evento storico. Voglio presentare il contratto firmato tra la “Centrenergo” e la società americana Xcoal Energy & Resources. Questo contratto è stato firmato in virtù degli accordi tra i presidenti di Ucraina e Stati Uniti raggiunti a seguito dalla visita a Washington del nostro capo di Stato nel mese di giugno,” — ha dichiarato in una conferenza stampa.

Kozenko ha chiarito che, secondo il contratto, ai primi di settembre è previsto l’arrivo di una nave con il primo lotto di 85mila tonnellate, mentre alla fine dello stesso mese arriverà un altro carico di 125mila tonnellate. Successivamente fino alla fine dell’anno è previsto l’arrivo di uno o due navi al mese per soddisfare i termini del contratto.

Ha osservato che il prezzo del primo lotto di carbone si attesta sui 113 $ a tonnellata con consegna al porto di Odessa, tuttavia il prezzo varierà di consegna in consegna.

Kozenko ha sottolineato che il carbone arriverà dalla Stato della Pennsylvania.

In precedenza era stato riferito che l’Ucraina aveva in programma di aumentare gli acquisti di carbone dall’estero.

Nasce bitcoin cash

Avrà valore diverso dal bitcoin e potrebbe avere più mercato di questa. Chi possiede già i bitcoin, riceverà anche un numero pari di bitcoin cash

Se prima c’era il bitcoin, ora c’è anche il bitcoin cash. Una vera e propria nuova valuta che, secondo gli esperti, potrebbe presto scomparire oppure diventare concorrente pericolosa per la moneta elettronica, l’unica esistente fino a oggi.

Ma perché la necessità di una valuta tutta nuova? Per problemi di taglia. Il bitcoin, infatti, può processare solo fino a 1 megabyte di transazioni ogni dieci minuti. Ci vuole dunque sempre più tempo per approvare i movimenti, il volume di scambi giornaliero è infatti in aumento. E chi usa la moneta elettronica, ha bisogno che le cose si facciano in fretta. Già oggi, chi vuole può pagare più commissioni ai minatori (coloro che mettono materialmente in potere computazionale nel network) e così ha una specie di linea privilegiata.

Se, però, non si pagano più commissioni, bisogna aspettare delle ore. E se si paga alla cassa di un negozio, non è ammissibile. Il sistema, a causa del suo stesso successo, si andava logorando. Penalizzando in particolare i micro pagamenti. Da qui, dopo mesi di discussioni e scongiurando una scissione di bitcoin, sono state introdotte modifiche e miglioramenti. Il compromesso raggiunto, che si chiama Segwit2x, deve essere ancora approvato al cento per cento. Entro novembre ci saranno gli aggiornamenti dei software, la dimensione dei blocchi bitcoin dovrebbe passare da 1 a 2 megabyte.

E nell’attesa? Ecco i bitcoin cash (Bcc), con blocchi molto più grandi (8 megabyte) che, da oggi, differirà dai bitcoin in tutto e per tutto. “Se prima avevi 10 bitcoin, dopo avrai 10 bitcoin ed 10 bitcoin cash. Di fatto, gli attuali possessori di bitcoin riceveranno, gratis, dei bitcoin cash” spiega Franco Cimatti, presidente di Bitcoin Foundation Italia. “Sarà come avere 10 mele e 10 pere. Avranno valori diversi sul mercato”.

Ancora Cimatti: “Se la novità prenderà piede, avrà ancora più mercato. Alcuni trader ipotizzano un possibile calo del prezzo di bitcoin a breve termine. O, comunque, si aspettano un periodo di volatilità delle criptovalute”.